#HeidiCantaInTuttiIDialetti è un progetto nato come una serie di video su youtube, nei quali Heidi Li, cantautrice Jazz di originaria di Hong Kong, viaggia in tutta l’Italia e canta delle canzoni popolari nei dialetti locali, collaborando con dei musicisti del posto. Il suo video del brano jazz originale in dialetto Perugino “Tuqui” ha ricevuto più di 20000 visualizzazioni in pochi mesi.

Avendo vissuto diversi anni in Italia, Heidi ha idealizzato e realizzato questo progetto per raccontare la diversità culturale e linguistica e la bellezza dell’Italia, riunendo le suoi passioni: musica, viaggi, lingue e culture.

Insieme al vincitore del Premio Lelio Luttazzi 2017, pianista umbro Manuel Magrini, Heidi porta il repertorio con dei brani in dialetti riarrangiati in chiave jazz dal vivo per far viaggiare il pubblico in Italia tramite la musica. Il duo si è esibito per la prima volta nell’ottobre 2016 agli Stati Generali della Lingua Italiana nel Mondo presso Palazzo Vecchio di Firenze, organizzati dal Ministero degli Affari.

Heidi Li

Heidi Li, nata a Hong kong, ha cominciato ad esibirsi alla tenera età di 6 anni nell’opera Cantonese sotto la guida dei propri genitori. Dopo aver vissuto in Canada, Inghilterra e Francia, Heidi studia ora il Jazz in Italia per arricchire la sua conoscenza musicale. Ha iniziato ad esibirsi sia in Italia che all’ estero coi suoi progetti musicali in piazze, festivals, radio e TV. Nel 2013, è stata selezionata come semifinalista del concorso nazionale Vittoria Jazz Rotary Award, direzione artistica Francesco Cafiso.

Nel 2014, ha pubblicato su youtube il music video del suo brano jazz originale in dialetto Perugino “Tuqui”. In pochi mesi, ha ricevuto più di 20000 visualizzazioni. Di seguito, ha lanciato una serie di video su youtube #HeidiCantaInTuttiIDialetti nei quali viaggia in tutta l’Italia e canta delle canzoni popolari nei dialetti locali. Nell’ottobre 2016, è stata invitata dal Ministero degli Affari per esibirsi agli Stati Generali della Lingua Italiana nel Mondo presso Palazzo Vecchio di Firenze.

Il suo primo disco “Third Culture Kid”, uscito in 2017, è una rappresentazione della sua multiculturalità che si riflette nei pezzi inediti, con testi scritti in Inglese, Italiano e Cantonese, e musiche moderne e contaminate.

Oltre all’approfondimento sul Jazz, Heidi continua ad essere ambrasciatrice dell’arte tradizionale, facendo seminari ed esibizioni anche all’estero.

Manuel Magrini

Classe 1990 e vincitore del Premio Lelio Luttazzi 2017 realizzato sul palco del Blue Note di Milano, Manuel Magrini si interessa presto alla musica jazz e inizia a studiarla ed approfondirla seguito dal maestro Ramberto Ciammarughi, collaborando con moltissime formazioni e tenendo concerti sia in Italia che all’estero. Al Fara Music Festival vince il premio come miglior solista e come miglior gruppo con il suo Manuel Magrini Trio, mentre in ambito pop vince il concorso Rai Demo 2010 condotto da Michel Pergolani e Renato Marengo, come strumentista e coarrangiatore nel gruppo di Tom Bangura.

Dal 2014 fa parte dell’Orchestra Nazionale dei Giovani Talenti del Jazz organizzata dal Teatro Puccini di Firenze, Siena Jazz e Music Pool, costituita dai migliori studenti del dipartimento di jazz di tutti i Conservatori d’Italia con la quale ha già suonato in importanti palchi come il teatro Piccolo Strehler di Milano e l’Obi Hall di Firenze; nello stesso anno Manuel vince una borsa di studio al Fara Music Festival per studiare al Collective School of Music a New York.

Nel 2016 è uscito il suo primo cd in piano solo «Unexpected» per l’etichetta Encore Jazz di Roberto Lioli. Manuel ha già presentato il disco a Napoli alla Domus Art Centro Cultura, a Smirne per l’Izmir European Jazz Festival, al Teatro la Fenice di Venezia, alla Sala Vanni di Firenze, alla Casa del Jazz di Roma, al Folk Club di Torino, a Piazza Sheraton di Milano e continuerà il tour anche a Edingburgh e  Aberdeen in Scozia.

Stampa